Il 4 giugno 2010 frank chiede:

 

Salve
un mio parente possiede un piccolo orto, in un paese di montagna,che
viene lavorato da un suo amico.
Tra i due non esiste nessun contratto scritto;vorrei sapere come pu
cautelarsi per evitare che venga usucapito.
E' sufficiente fare un contratto scritto tra le parti?
Il contratto deve essere registrato?
Postato anche su it.diritto

Nessuno sa dirmi qualcosa?

frank

basta che il tuo amico proprietario si presenti l
ed esiga un piede di lattuga!! o un ravanello.
entro venti anni. Almeno questa la definizione
che io conosco: se non si presenta nessuno per tale
periodo la terra tua.
La legge del mare ben diversa: se trovi una barca
incustodita e solitaria e tua subito!!

Rawmode

 

E' sufficiente un contratto scritto (comodato o fitto) meglio se registrato
e con firme autenticate.

Aio

 

Speravo che non fosse necessario registrarlo,saranno 70-80m2 di
orto;penso che le spese di registrazione e le varie tasse saranno
maggiori del costo del terreno.

Frank

 

dovrebbe fare un contratto di comodato
cerca con google maggiori dettagli o rivolgiti ad un sindacato per
l'assistenza legale
bye Alessandro

 

> Speravo che non fosse necessario registrarlo,saranno 70-80m2 di orto;penso
> che le spese di registrazione e le varie tasse saranno maggiori del costo
> del terreno.

 

Le spese di registrazione sono molto inferiori a quelle di un eventuale
causa
.

Aio

 

Ma il contratto scritto,ad esempio di comodato,dovrebbe essere valido
anche se non registrato? o sbaglio?

Frank

 

Io ti ho suggerito il meglio, poi pu andar bene anche una stretta di mano,
"se un amico ?"

Aio

 

> Ma il contratto scritto,ad esempio di comodato,dovrebbe essere valido
> anche se non registrato? o sbaglio?

Non sbagli, anche perch sotto una certa soglia, non c' l'obbligo di
registrazione.
Ciao    ernie