Sito del gruppo di discussione

it.discussioni.agricoltura

 

 


 

SEMINE 2001

From: Franco Nulli

Subject: semine 2001
Newsgroups: it.discussioni.agricoltura
Date: 2001-04-12 12:17:47 PST

Premetto di essere sostanzialmente "neutrale" nella diatriba OGM si /no. (anche se ritengo demenziale che ci sia consentito di "consumare" prodotti OGM senza che sia consentito di coltivarli...)
Sto comunque seriamente pensando di seminare i miei campi di mais e soia (circa 120 Ha) con la supervisione e certificazione di un pubblico ufficiale / notaio.
Questo per tutelarmi nel malaugurato caso in cui, a fine raccolto, i miei prodotti risultassero positivi ad eventuali analisi OGM. Vorrei, in sostanza, farmi "certificare" di aver seminato solo e unicamente sementi "uscite" da sacchi sigillati e pertanto "ufficialmente" esenti da eventuali contaminazioni ,almeno per mia colpa . In tale situazione credo che potrei giuridicamente rivalermi sul produttore delle sementi stesse.
Che ne dite? E' un'idea totalmente scellerata? O forse potrebbe suscitare qualche interesse nella pubblica opinione?
Attendo numerose risposte da tutti i colleghi agricoltori che non si considerano, come i media vorrebbero spesso far credere, dei criminali, inquinatori etc. etc......
Un augurio di buone semine a tutti! (nella speranza che si trovino le sementi!)
Franco Nulli - Milano

Interessante, ma il notaio quanto costa? :-)
Mi sembra una cosa simile a quanto fatto dalle industrie di lavorazione dei coils (lamiere in enormi rotoli), che si rivalgono sui fornitori nel caso il materiale sia differente come purezza o caratteristiche meccaniche da quello concordato.
Poi per mica lo buttano :-P!!!
E con quella tecnica ci campano negli anni di *magra*.
Lorenzo

Mah! Senz'altro meno di 250 ton. di soia e 500 di mais (approssimativi)...
Non credo che arrivero' a tanto, anche perche' mi manca il tempo per organizzarmi con un ... amico notaio, ma credo che non sarebbe un idea tanto balorda.
Forse potrebbe bastare il pubblico ufficiale del Comune di residenza?? (il "Vigile" che tutti conosciamo per nome e cognome??).
Franco
P.S. farei volentieri a meno di dedicare il mio tempo a questi "perversi pensieri" alle 22:12 di giovedi' 12 04 2001 e dedicherei molto piu' volentieri la mia mente a trovare soluzioni tecnicamente ed economicamente piu' valide per produrre quantita' maggiori di derrate dei suddetti prodotti piu' "buone" e piu' "sane" di quelle che gia' produco da anni!
Anche al costo (qualora autorizzate) di utilizzare sementi OGM! :-)
Riciao Rifranco

Io sono uno studente di scienze agrarie, al terzo anno.
Da quel poco che abbiamo su prodotti OGm, mi sembra che ci siano parecchi vantaggi. Non quasi impossibile trovare semi non OGM? Io so che i semi di soia OGM sono pi dell' 80%. E' vero?
Per il mais non meglio un mais OGM affinch sia pi resistente al glyfosate?
Il dierbo tradizionale non abbastanza pesante per la soia, non potendo fare n rincalzatura, n sarchiatura? La mia opinione mi piacerebbe avere una risposta.
Elena