NOVEMBRE
 


Ultimiamo le piantagioni, in luna crescente per favorire l`attecchimento.
Proteggiamo le piante più sensibili al gelo con film plastici e pacciamature vegetali al piede; avvolgiamo il fusto con plastica trasparente, o cannette e stuoie, lasciando un camino per l`areazione.
Non potiamo assolutamente, ci penseremo a fine gennaio e febbraio.
Vanghiamo al piede delle piante per un raggio di 50 cm. interrando letame e cenere di legna.
Se abbiamo delle angoli del giardino che non frequentiamo o che trascuriamo, lontane o ripide o di difficile manutenzione con l`erba che cresce selvaggia, allora piantiamo gli arbusti tappezzanti; ricoprono velocemente il terreno ed impediscono all`erba di crescere e con le radici trattengono la terra: per la parte in piano abbiamo il cotonaster damneri, gruppi di 6 piante per m2, ha bacche colorate e fogliame sempreverde, strisciante, rustico e si adatta a tutti i tipi di terreno; erica carnea, fiori rosa bianchi, rustica, 6 p. per m2; genista lydia, foglie caduche, per terreni poveri, 4 p. per m2; lonicera nitida maygrun e pileata, sempreverde, bacche viola, 6 p. per m2; viburnum davidii, sempreverde, bacche turchese, 6 p. per m2; per le scarpate il cotonaster damneri coral beauty, semi sempreverde, foglie rosse d`inverno e bacche arancio; cotonaster salicifolius repens, sempreverde variegato, bacche rosse, rustico, 6 p. per m2.
E poi speriamo che piova perché altrimenti...