NOVEMBRE
 


Ritiriamo tutte le tubature di gomma, oramai non annaffiamo più, e riponiamole in un luogo riparato e asciutto, nel casotto... non l`abbiamo? Nessun problema, con quattro assi di legno, 4 pilastri di legno, una manciata di travetti viti e chiodi in poco tempo ce lo fabbrichiamo, il gioco è fatto; per la copertura usiamo del semplice ondulato di cemento marrone, effetto coppo.
Chiudiamo l`H2O e svuotiamo tutte le tubature esterne fisse, ripariamo dal gelo i rubinetti e incappottiamo bene il contatore dell`H2O, se gela sono guai.
In serra, come nel tunnel, facciamo circolare l`aria ogni giorno aprendo un pochino senza esagerare, abbassiamo il riscaldamento se fa troppo caldo; il nostro scopo è di mantenere le temperature abbastanza costanti, 15°-18° di giorno e 10° di notte sono ottime per lo svernamento delle nostre piante.
In serra non è necessario bagnare in continuazione; annaffiamo con H2O che abbia la stessa temperatura della serra ed eviteremo choc termici; laviamo spesso i vetri, filtrerà meglio la luce.
Teniamo il coltivatore con la fresa inserita pronto all`uso, il terreno presto sarà pronto per essere lavorato.
La motosega è perfettamente funzionante? Muniamoci di cuffie antirumore e occhiali da lavoro, eviteremo spiacevoli infortuni.
Gli attrezzi per potare sono oliati e ben affilati? La scala è da frutteto? Ma almeno che sia sicura.