LUGLIO
 


Luglio è il mese più caldo in generale le piante rallentano il loro ritmo vitale, e anche noi; non sono più belle verdi perché risparmiano sull`H2O per ridurre la traspirazione, non cacciano nuove foglie e germogli, non ce la fanno.
Arriva anche il vento e i temporali, si spezzano i rami, tagliamoli subito per evitare ulteriori danni, semplice vinavil sulle ferite per evitare infezioni.
Teniamo il giardino e il prato sempre puliti e annaffiamo ogni sera dopo il tramonto.
Le ns talee e margotte sono radicate, invasiamole in attesa di piantarle in autunno, in luna crescente, teniamole a mezz`ombra per evitare che secchino.
E una propaggine di clematis? Pieghiamo un lungo ramo giovane, taglietto sotto gemma, ormone e interriamo in un misto terriccio sabbia, lasciamo fuori la cima, ci mettiamo sopra un mattone per tenere fermo il ramo.
Dopo 30/40 giorni, se abbiamo avuto cura di tenere la terra umida, avremo una nuova clematis con le sue radici tagliando lo stelo dalla sua pianta madre.
Proteggiamo le piante dal solleone con dei graticci e cospargiamo la base del terreno con torba, rallenta l`evaporazione dell`H2O dalle radici.
Ora possiamo goderci la frescura serale e i profumi delle fioriture notturne, in compagnia o leggendo un buon libro.