SETTEMBRE
 


La maturazione della frutta attira calabroni e vespe, prepariamo le trappole da appendere nel frutteto: tante bottiglie di vetro con il collo largo, quelle della passata di pomodoro, riempiamo a metà di H2O, due cucchiai di zucchero e qualche goccia d`aceto, l`aceto attira gli insetti perché simula la marcescenza dei frutti.
Io ne raccolgo parecchi di poveri carabro annegati che butto in composta, una volta dentro non riescono a prendere il volo, non è bello ma una puntura è molto pericolosa e poi non spargo a vanvera esche velenose e pericolose per animali domestici e selvatici.
Segnamo le viti che ci sembrano colpite da eutipiosi e mal dell`esca, durante le potature non avremo difficoltà a riconoscerle e a potarle separatamente perché dobbiamo disinfettare le lame per evitare contagi.
La mosca dell`olivo si fa minacciosa, le trappole segnalano numerose catture ma dobbiamo ancora attendere fino a quando l`infestazione attiva supera la soglia del 10%; aspettiamo con impazienza che i comuni affiggano i cartelli con il calendario dei trattamenti.
Meglio sarebbe usare prodotti a basso impatto ambientale, piretro naturale o rotenone; il rotenone è più persistente, agisce per ingestione e contatto, li uccide più lentamente... certo è più tossico verso api e pronubi in generale, speriamo che ce ne siano altri per fecondare l`anno prossimo.